Sii una mosca sul muro delle prove in studio dei Beatles del 1969 nel nuovo trailer di Get Back

2021-10-14

Un trailer ufficiale per l' attesissima docuserie dei Beatles Get Back è stato presentato in anteprima mercoledì, offrendo ai fan uno sguardo dietro le quinte di quattro minuti alla corsa della band per, beh, riunirsi e mettere su quella che sarebbe stata la loro ultima esibizione pubblica.

Il filmato, girato in 21 giorni nel gennaio 1969, presenta filmati inediti di Paul McCartney , John Lennon , George Harrison e Ringo Starr che armeggiano in studio mentre si preparano per un concerto sul tetto in cima al quartier generale della Apple Corps e scrivono e registrano un nuovo album in meno di tre settimane.

"Nel gennaio 1969, a una troupe cinematografica è stato concesso un accesso senza precedenti per documentare i Beatles al lavoro. Ciò ha portato a oltre 57 ore del filmato più intimo mai girato della band", afferma il trailer. "Il filmato è stato chiuso in un caveau per oltre mezzo secolo. Non visto... fino ad ora."

Il trailer presenta una porta girevole di volti noti nella tradizione dei Beatles, tra cui Yoko Ono , che avrebbe poi sposato Lennon, la futura moglie di McCartney, Linda , e Billy Preston, che suonava le tastiere nell'album del 1970 Let It Be . Al momento delle riprese, McCartney, Lennon, Harrison e Starr avevano rispettivamente solo 26, 28, 25 e 28 anni.

"Sarà una cosa così comica tra 50 anni", scherza McCartney a un certo punto. "Si sono lasciati perché Yoko si è seduta su un amplificatore".

VIDEO CORRELATO: Ringo Starr sente che il film dei Beatles rielaborato Recupera una rappresentazione più fedele della band: "Vedrai la gioia"

La band, ovviamente, avrebbe continuato a esibirsi sul tetto di Londra il 30 gennaio 1969 - e sebbene fosse il loro primo spettacolo in quasi tre anni, fu anche l'ultimo, poiché si sciolsero non molto tempo dopo. Lennon è morto nel 1980 all'età di 40 anni, mentre Harrison è morto a 58 anni nel 2001.

Il trailer presenta i musicisti che provano e registrano classici come "Get Back" e "I've Got a Feeling", e ad un certo punto mostra Lennon che consiglia a Harrison di usare la parola "cavolfiore" come segnaposto per i testi mentre lavora alla sua canzone "Qualcosa."

Get Back è diretto dal regista premio Oscar Il Signore degli Anelli Peter Jackson, ed è prodotto da McCartney, Starr, Ono e dalla vedova di Harrison, Olivia, tra gli altri.

Inizierà lo streaming su Disney+ il 25 novembre e uscirà in tre giorni.

CORRELATO: Ringo Starr afferma che il film dei Beatles "Get Back" offre un vero ritratto della band: "Vedrai la gioia"

"La docuserie mostra il processo creativo dei Beatles mentre tentano di scrivere 14 nuove canzoni in preparazione del loro primo concerto dal vivo in oltre due anni", afferma un comunicato stampa. "Di fronte a una scadenza quasi impossibile, i forti legami di amicizia condivisi da John Lennon, Paul McCartney, George Harrison e Ringo Starr vengono messi alla prova".

McCartney, 79 anni, ha recentemente parlato della scomparsa del gruppo in un'intervista a This Cultural Life di BBC Radio 4 , dicendo che nonostante la credenza popolare, in realtà è stato Lennon, e non lui, a gettare la spugna per primo.

"Non sono stato io a istigare la scissione", ha detto. "Non sono la persona che ha istigato la scissione. Oh no, no, no. Un giorno John è entrato in una stanza e ha detto: 'Lascio i Beatles.' È questo l'istigazione alla scissione o no?"

McCartney ha detto che se fosse stato per lui, la band sarebbe andata avanti, dato che stavano ancora creando "roba piuttosto buona" insieme.

CORRELATO: Paul McCartney afferma che John Lennon ha causato la scissione dei Beatles, non lui: stava "cercando di liberarsi"

"Questa era la mia band, questo era il mio lavoro, questa era la mia vita, quindi volevo che continuasse", ha detto McCartney.

McCartney ha anche aggiunto che se Lennon non si fosse dimesso, il viaggio musicale della band sarebbe durato molto più a lungo, ma Lennon "cercava sempre di liberarsi".

"Potrebbe essere stato. Il punto era che John si stava rifacendo una vita con Yoko. John aveva sempre voluto in qualche modo staccarsi dalla società perché, sai, è stato allevato da sua zia Mimi, che era piuttosto repressivo, quindi cercava sempre di liberarsi".

Suggested posts

Selena Gomez dà a Cara Delevingne un bacio sulla guancia per Kiss Cam al Knicks Game

Selena Gomez dà a Cara Delevingne un bacio sulla guancia per Kiss Cam al Knicks Game

"È così divertente ed è estremamente avventurosa", ha detto in precedenza Selena Gomez dell'amica Cara Delevingne

Madonna beve Gin dalla bottiglia nella sua palestra: "L'allenamento di oggi"

Madonna beve Gin dalla bottiglia nella sua palestra: "L'allenamento di oggi"

La cantante ha deciso di cambiare la sua routine di fitness giovedì

Related posts

Nick Carter ospiterà una cena virtuale per le vacanze, cantando insieme per beneficenza: "Le vacanze sono un momento di guarigione"

Nick Carter ospiterà una cena virtuale per le vacanze, cantando insieme per beneficenza: "Le vacanze sono un momento di guarigione"

Nick Carter dei Backstreet Boys ospiterà Home 4 the Holidays il 16 dicembre a beneficio di Cure 4 the Kids Foundation.

Mary Lambert è fidanzata! La cantante di "Same Love" dice che "non riesce a smettere di piangere felice"

Mary Lambert è fidanzata! La cantante di "Same Love" dice che "non riesce a smettere di piangere felice"

Mary Lambert ha condiviso il suo fidanzamento su Instagram scrivendo: "Ho sognato questo momento per tutta la vita"

Travis Scott e Drake nominati in una causa da 750 milioni di dollari intentata da Victims of Astroworld Festival

Travis Scott e Drake nominati in una causa da 750 milioni di dollari intentata da Victims of Astroworld Festival

La causa è stata intentata martedì per conto di 125 vittime dell'incidente mortale di massa, compresa la famiglia del 21enne Axel Acosta, morto per le ferite riportate.

Britney Spears parla della fine dei suoi 13 anni di conservatorio: "Non sono qui per essere una vittima"

Britney Spears parla della fine dei suoi 13 anni di conservatorio: "Non sono qui per essere una vittima"

"Ho vissuto con le vittime tutta la mia vita da bambina, ecco perché sono uscita di casa", ha detto Britney Spears su Instagram in una dichiarazione video sulla vita dopo la tutela.

Categories

Languages