Il presidente del marchio Jordan Larry Miller rivela di aver ucciso un uomo e di averlo tenuto segreto per decenni

2021-10-14

Larry Miller, presidente del marchio Jordan, è pronto a raccontare al mondo il suo passato.

In vista della sua prossima autobiografia Jump: My Secret Journey From the Streets to the Boardroom , che è stata co-scritta da sua figlia Laila Lacy, il dirigente Nike ha rivelato in un'intervista a Sports Illustrated un segreto che ha tenuto per sé per decenni.

A 16 anni nel 1965, Miller ha sparato a un uomo di 18 anni. Ha scontato la pena detentiva per il crimine e ha espresso profondo rammarico nella sua intervista a Sports Illustrated , affermando che la sparatoria "è avvenuta senza alcun motivo".

"Voglio dire, non c'era una ragione valida perché ciò accadesse. E questa è la cosa con cui faccio davvero fatica ed è—sai, è la cosa a cui penso ogni giorno", ha detto. "È come se l'avessi fatto io, e per qualcuno che—non c'era motivo di farlo. E questa è la parte che mi dà davvero fastidio."

CORRELATO: La donna che è cresciuta con entrambi i genitori in prigione ora aiuta i bambini come lei a trovare la speranza

La sparatoria avvenne il 30 settembre 1965, quando Miller e altri membri della banda di Cedar Avenue di West Philadelphia uscirono in cerca di vendetta dopo che uno di loro era stato ucciso in una rissa tra la 53a e la banda di Pine.

Miller ha sparato alla prima persona che lui e i suoi compagni di banda incontrarono, un diciottenne successivamente identificato come Edward White.

"Eravamo tutti ubriachi", ha detto Miller a Sports Illustrated di quella notte. "Ero confuso. Una volta che è iniziato, ero tipo, 'Oh, merda, cosa ho fatto?' Mi ci sono voluti anni per capire il reale impatto di ciò che avevo fatto".

Miller si sta aprendo sul suo passato ora, più di 50 anni dopo, con la speranza di aiutare i giovani a rischio e le persone incarcerate.

Non perdere mai una storia: iscriviti alla newsletter giornaliera gratuita di PEOPLE per rimanere aggiornato sul meglio di ciò che PEOPLE ha da offrire, dalle succose notizie sulle celebrità alle avvincenti storie di interesse umano.

"Se potessi tornare indietro e annullarlo, lo farei assolutamente", ha detto a Sports Illustrated . "Non posso. Quindi tutto quello che posso fare è provare a fare il possibile per aiutare le altre persone e forse cercare di impedire che ciò accada a qualcun altro."

Prima che l'articolo fosse pubblicato mercoledì, Miller ha detto ad amici e colleghi tra cui il fondatore della Nike Phil Knight, il commissario NBA Adam Silver e Michael Jordan , che Miller ha detto di essere particolarmente nervoso a raccontare.

"Ero decisamente nervoso all'idea di condividere con lui, solo perché ho così tanto rispetto e amore per MJ", ha detto parlando della leggenda NBA.

Ma Miller è stato "sbalordito da quanto sia stata positiva la risposta", ha detto, aggiungendo che l'apertura è stata un "esercizio di liberazione".

Miller entra più nel dettaglio nel suo libro e, mentre ammette che è stata "una decisione davvero difficile" raccontare la sua storia, ha detto a Sports Illustrated : "Sento la libertà di essere me stesso".

Suggested posts

La causa della morte della modella di Los Angeles Christy Giles rimane sotto inchiesta dopo l'autopsia

La causa della morte della modella di Los Angeles Christy Giles rimane sotto inchiesta dopo l'autopsia

La causa e il modo di morte della modella Christy Giles sono stati rinviati in attesa di ulteriori indagini, ha detto il medico legale-coroner della contea di Los Angeles a People.

Related posts

Il tennista Peng Shuai è scomparso dopo aver accusato un funzionario cinese di aggressione sessuale, preoccupazione per la voce degli atleti

Il tennista Peng Shuai è scomparso dopo aver accusato un funzionario cinese di aggressione sessuale, preoccupazione per la voce degli atleti

Secondo quanto riferito, Peng Shuai, 35 anni, non è stata vista in pubblico né ascoltata direttamente da quando ha affermato che l'ex vice premier Zhang Gaoli l'ha costretta a fare sesso diversi anni fa.

Jordan Turpin ricorda il momento straziante in cui ha chiamato il 911 che ha salvato lei e i fratelli dagli abusi

Jordan Turpin ricorda il momento straziante in cui ha chiamato il 911 che ha salvato lei e i fratelli dagli abusi

I 13 fratelli Turpin sono fuggiti dalla loro casa abusiva di Perris, in California, nel 2018

Conn. Judge trova Alex Jones responsabile nelle cause per diffamazione di Sandy Hook

Conn. Judge trova Alex Jones responsabile nelle cause per diffamazione di Sandy Hook

I giurati ora decideranno quanto Alex Jones dovrà pagare per i danni

NJ Realtor viene pugnalato a morte dal marito chiropratico, che poi si spara a morte

NJ Realtor viene pugnalato a morte dal marito chiropratico, che poi si spara a morte

Il movente dell'omicidio-suicidio non è stato reso noto

Categories

Languages