Il dog sitter di Lady Gaga è rimasto a casa di Singer per "mesi" dopo l'orribile attacco: "Mi ha aiutato così tanto"

2021-09-17

Ryan Fischer, il dog sitter che è stato colpito e ferito gravemente durante il  violento rapimento  di febbraio dei due bulldog francesi di  Lady Gaga , sta parlando nella sua prima intervista televisiva.

Durante la sua apparizione su CBS Mornings Friday, Fischer, 40 anni, ha chiacchierato con il co-conduttore Gayle King dell'attacco che si è verificato mentre portava a spasso i tre cani di Gaga, Miss Asia, Gustav e Koji il 24 febbraio. (All'epoca, Miss Asia è fuggita la scena in alcuni cespugli mentre Gustav e Koji sono stati rapiti.) I cani sono stati restituiti alla polizia due giorni dopo l'attacco.

Ad aprile, la polizia di Los Angeles ha  arrestato cinque sospetti in relazione all'incidente .

Prima seduta con King, 66 anni, al Central Park di New York City, Fischer ha detto: "Alcuni giorni sono fantastici, altre settimane no. E questo è stato il grande su e giù negli ultimi due mesi".

Quindi, passando a Los Angeles e tornando sulla scena del crimine straziante, Fischer ha camminato lungo il percorso familiare mentre spiegava a King come si è svolto l'attacco. "L'auto è arrivata e ha strillato ed è successo ... penso che stavo camminando proprio qui, e l'auto è arrivata, praticamente dentro, come ad angolo", ha detto, indicando punti esatti. "Non c'era alcun dubbio nella mia testa che si sarebbero fermati per me."

Dopo la riproduzione del video del filmato della sicurezza domestica dell'attacco di Fischer, dove si poteva sentire urlare in agonia, ha detto a King: "Avevo paura, stavo soffrendo. Ho avuto una sensazione, quando sono venuti su [e] hanno tirato la pistola su me che stavo per finire per essere sparato, perché nella mia mente ero tipo, 'Non c'è modo che non combatterò per questi cani.'"

Fischer ha anche parlato di Gaga, 35 anni, e di come sia stata una costante sostenitrice mentre continua il suo viaggio di recupero.

"Mi ha aiutato così tanto", ha detto. "È stata un'amica per me e dopo che sono stata aggredita, la mia famiglia è stata trasferita in aereo e mi hanno mandato dei terapisti del trauma e sono rimasta a casa sua per mesi mentre gli amici mi confortavano e la sicurezza era intorno a me".

Quindi, rivolgendosi a un account GoFundMe che ha creato dopo l'incidente , Fischer ha chiuso tutti i critici che sono venuti dopo Gaga con l'accusa che lei non lo stesse supportando.

"LG è molto favorevole al mio viaggio in questo momento e penso che sia difficile per le persone capire perché qualcuno dovrebbe guarire in questo modo", ha spiegato del motivo per cui vuole partecipare al suo viaggio di guarigione a modo suo senza l'assistenza di Gaga. "Sono cresciuto con la fede cattolica dei gesuiti, e c'è qualcosa nel rinunciare alle proprie risorse, rinunciare ai propri averi e contribuire a questo alla società".

"E quindi so che non ha senso per molte persone, [ma] lei lo capisce", ha aggiunto del cantante di "Poker Face".

CORRELATO: Il Dog Walker di Lady Gaga "non è ancora nello spazio sulla testa adatto per prendersi cura dei cani" dopo le riprese

Il dog sitter di Lady Gaga ricorda la notte in cui gli hanno sparato dei dognapper nella sua prima intervista televisiva

Secondo Fischer, gli hanno sparato una volta, e poiché "si stava protendendo in avanti", il proiettile è entrato proprio vicino al suo collo, sopra la clavicola, ed è uscito dalla scapola. "Mi ha perforato il polmone", ha spiegato. "Ero sul tavolo operatorio e stanno lavorando tutti insieme - era una squadra di otto o nove persone, tutte intorno al tavolo - che lavoravano su di me".

In quel momento, disse Fischer, pensava che non sarebbe sopravvissuto. "Ho sentito la mia pressione sanguigna cadere - ho guardato la macchina", ha detto. "Le persone al pronto soccorso, che avevo visto quella notte, mi hanno detto che non pensavano che sarei sopravvissuta quella notte."

Alla fine l'operazione è andata a buon fine. "Hanno rimosso il terzo superiore del mio polmone e poi una parte del fondo del mio polmone".

Non perdere mai una storia: iscriviti alla newsletter giornaliera gratuita di PEOPLE per rimanere aggiornato sul meglio di ciò che PEOPLE ha da offrire, dalle succose notizie sulle celebrità alle avvincenti storie di interesse umano.

Anche durante la sua sincera conversazione con CBS Mornings, King ha chiesto a Fischer se credeva di essere stato preso di mira perché i suoi aggressori sapevano che i cani appartenevano a Gaga.

"Al momento non ero sicuro che tutto fosse possibile", ha detto. "Ma sarei sorpreso se lo sapessero."

"Penso che abbiano appena visto un ragazzo con tre bulldog francesi", ha continuato, aggiungendo, "L'unica cosa che ho notato a Los Angeles mentre portavo a spasso i cani è che la gente diceva fuori dalle macchine: 'Quanto valgono quei cani? ' Tipo, "Quanto costano? Posso comprarli?" E quella parte era sempre sorprendente: vedere il cane come una merce".

VIDEO CORRELATO: Dog Walker Ryan Fischer si apre sulla rapina violenta, dice a Lady Gaga "I tuoi bambini sono tornati"

Fischer si è anche riunito con un uomo che ha identificato come Carlos, davanti alla cui casa gli hanno sparato, e lo ha descritto come "un angelo che mi dice che sarei stato bene, come tenere gli occhi aperti, guardarlo, mantenere respirazione."

"Avevo fatto la terapia del trauma quella notte, ma in realtà vedere Carlos e vedere quella stessa faccia amichevole e rassicurante mi aiuta a capire che in quel momento non ero solo. Non sono stato abbandonato", ha aggiunto Fischer. "Lui e altre persone hanno fatto coming out per me".

Tre uomini - James Jackson, 18, Jaylin White, 19, e Lafayette Whaley, 27 - sono stati  accusati  di cospirazione per commettere rapina, rapina di secondo grado e tentato omicidio; Jennifer McBride, 50 anni, che ha restituito i cani alla polizia due giorni dopo l'attacco, e il padre di Jaylin, Harold White, 40 anni, erano "determinati a essere complici dopo il crimine iniziale" e anche loro accusati, ha detto la polizia.

Suggested posts

Ray J rilasciato dall'ospedale di Miami dopo la battaglia con la polmonite

Ray J rilasciato dall'ospedale di Miami dopo la battaglia con la polmonite

Il manager della star di Love & Hip Hop ha confermato il suo ricovero in ospedale a PEOPLE la scorsa settimana

È morto all'età di 83 anni Paddy Moloney, fondatore della band irlandese The Chieftains

È morto all'età di 83 anni Paddy Moloney, fondatore della band irlandese The Chieftains

È morto il "pifferaio magico" irlandese che con i Chieftains ha contribuito a portare la musica folk in prima linea nel mondo.

Related posts

Sii una mosca sul muro delle prove in studio dei Beatles del 1969 nel nuovo trailer di Get Back

Sii una mosca sul muro delle prove in studio dei Beatles del 1969 nel nuovo trailer di Get Back

Get Back sarà presentato in anteprima su Disney+ il 25 novembre e uscirà in tre giorni

Olivia Rodrigo afferma di non aver letto di se stessa su Internet: "Questa non è la vita reale"

Olivia Rodrigo afferma di non aver letto di se stessa su Internet: "Questa non è la vita reale"

Olivia Rodrigo ha parlato con Alanis Morissette di tenere a bada l'energia negativa in una chat per Rolling Stone

Britney Spears dice che "pensa di pubblicare un libro l'anno prossimo" e chiede ai fan idee per il titolo

Britney Spears dice che "pensa di pubblicare un libro l'anno prossimo" e chiede ai fan idee per il titolo

La sorella minore di Britney Spears, Jamie Lynn Spears, ha annunciato all'inizio di questa settimana di aver "finalmente finito di scrivere" il suo libro di memorie, intitolato Things I Should Have Said

Categories

Languages